Autoaffaristore promuove e supporta l'applicazione della Norma UNC DOC-01 emessa da UNC
Home>Blog

News dal mondo dell'auto

Giovani e auto: disinteresse o mancanza di fondi?
27 Ottobre 2015

 

Il mercato auto è sempre più...vecchio!

 

Sempre meno giovani italiani acquistano un'auto: disinteresse o mancanza di possibilità economiche? Come aiutarli? Come rinnovare il parco auto in Italia?

 

Gli italiani, si sa, sono un popolo di automobilisti: con una tradizione come quella nostrana, non possiamo non preferire l'automobile a qualsiasi altro mezzo di trasporto. Nel 2015, il 71% degli italiani si sposta ogni giorno per lavoro o per studio sulle quattro ruote, ma di questi solo l'8% ha un'età compresa tra i 18 e i 29 anni. Questo è quanto emerge dal convegno “Automotive: ripresa o ripresina?” organizzato da Federmotorizzazione Confcommercio, in collaborazione con Assomobilità (Confcommercio Milano) e Quattroruote Professional.

 

UN PARCO AUTO SEMPRE PIÙ VECCHIO

In 8 anni il tasso di giovani tra i 18 e i 29 anni che hanno acquistato un'auto è calato del 5%: nel 2007 questa fascia d'età rappresentava il 13,8% degli acquirenti di nuove automobili. Nel 2014, invece, il 39% delle nuove immatricolazioni hanno visto protagonisti della vendita persone con più di 50 anni e tra il 2008 e il 2013 il numero dei conducenti più anziani è aumentata del 50%.

 

A cosa è dovuto questo calo degli acquisti da parte dei giovani italiani? Sicuramente, per la gioventù di oggi è più difficile acquistare una vettura nuova: la crisi ha inciso in modo notevole sull'offerta del mondo del lavoro che, purtroppo, è diminuita rispetto a dieci anni fa; inoltre, è molto difficile per i ragazzi di questa fascia d'età ottenere dei prestiti. Tutte queste varianti vanno ad incidere sul mercato auto generale: dei 37 milioni di veicoli circolanti, il 50% ha più di 10 anni di vita e in 7 anni c'è stato un calo delle vendite di 5 milioni di unità, la stessa situazione che si aveva 35 anni fa. Come risolvere la situazione per dare una spinta al mercato auto?

 

COME INCENTIVARE IL RINNOVO DEL PARCO AUTO?

Durante il convegno di Milano, sono state proposte alcune soluzioni per risolvere questo momento di cedimento del mercato auto. Innanzitutto, è necessario organizzare delle iniziative indirizzate al mercato, come per esempio l'eliminazione dell'Iva sulle vetture usate, e percorrere la strada che altri paesi europei come la Francia e la Gran Bretagna hanno intrapreso da tempo, ovvero rendere disponibili incentivi sui settori innovativi dell'automotive, come le auto elettriche e le ibride.

 



Commenta l'articolo
Tutti i campi sono obbligatori e la loro mancata o parziale compilazione non permetterà l'invio del commento.
Ti ricordiamo che l'indirizzo e-mail non verrà visualizzato.

Nome: E-mail:
Commento:


[ Torna agli articoli ]